Mese: luglio 2015

BAR LUCE

BAR LUCE

Milan, Italy

Se esiste un modo più “meraviglia” di cominciare una giornata milanese dell’accomodarsi su una sedia color sorbetto e ordinare un budino di riso o una frolla di Marchesi, o di vivere una pausa pranzo seduti sulla stessa sedia, o magari di un altro colore, ordinando un panino gourmet tra le mura del Bar Luce, pensato da uno dei tuoi registi preferiti e girovagare da una mostra all’altra, e accompagnare tua figlia al primo piano nello spazio pensato per i bambini, perdersi nella biblioteca (aperta giorno e notte), sedersi a vedere una proiezione d’essai nella sala cinema, se esiste noi non lo conosciamo ancora e siamo più che appagati così, diretti, ancora una volta, verso la Fondazione Prada, zona Sud di Milano. Applausi.

FOREST FLAIR

FOREST FLAIR

Alaska, USA

Siete a Girdwood, un villaggio nel bosco selvaggio, una stazione sciistica dove la giovane popolazione di Anchorage ama venire con la neve. I casottini di legno sono chiusi, gli abeti magri, un’alce femmina si aggira nel giardino non recintato di uno chalet, la seggiovia è ferma. È estate e sembra non ci sia nessuno in questa fresca sera d’agosto fuori città, che in Alaska significa nella foresta…

Manna

Manna

Sicily, Italy

È con l’animo appagato dall’incanto Barocco di Noto che ti siedi a uno dei tavoli di Manna. La tradizione siciliana, estetica e culinaria, incontra i codici, estetici e culinari, contemporanei, tra le mura di un bistrot assolutamente speciale. Elementi di design, pezzi vintage e meraviglie dell’artigianato locale si susseguono tra le stanze ariose di un edificio del centro storico, creando un insieme armonico che fa felici gli occhi. Spetta alle Polpette di miglio e broccoletti, alla Terrina di polpo, al Riso al salto, alla Crostatina di Ricotta, al gelato alla cannella rendere felici gusto e olfatto. A fine pasto, passeggiando di nuovo tra i palazzi color crema, non potrai che ripensare ancora una volta a quanto splendida, ricca, unica è l’Italia nel suo estremo Sud.

Casa Oliva e Gelsomino

Casa Oliva e Gelsomino

Sicily, Italy

Un brand di moda, Luisa Beccaria, che unisce prêt-à-porter e haute-couture, un’azienda agricola siciliana che produce miele bio, olio extra vergine, capperi, mandorle, LúBar, un progetto di street food siciliano e una coppia di house to rent pregiate, incastonate nell’oasi di Vendicari. Il Feudo del Castelluccio è un progetto di cui tutti finiremo per innamorarci. Protagonista è l’Italia, il Sud e il Nord. E una famiglia in cui i minimi comuni denominatori sono le iniziali dei nomi (Lucio, Luisa, Lucilla, Lucrezia, Ludovico, Luna, Luchino), la rara bellezza, e il diffuso stile innato, di cui la stilista milanese Luisa Beccaria e il marito siciliano Lucio Bonaccorsi sono i capostipiti. Casa Oliva e Casa Gelsomino sono il riassunto di tanta bellezza. Bucoliche, ariose, dolci. Fresche, curate, pure. Mediterranee. Le amerebbero gli adulti in cerca di una Sicilia mai avuta, gli adolescenti pronti a partire per avventure quotidiane tra i canneti e bagni senza fine, i più piccoli, per giocare a piedi nudi sull’erba soffice e incontrare fenicotteri rosa, aironi e cicogne, la prima volta…

Kotomi Kanazawa Sweets & Café

Kotomi Kanazawa Sweets & Café

Kanazawa, Japan

Quando tutte le signorine della vetrina dei dolci al piano terreno sono scoppiate in un allegro applauso corale, abbiamo sciolto il rigore impeccabile di una delle pasticcerie più belle del Giappone. Era la nostra quinta volta, in due giorni a Kanazawa, che salivamo al nostro tavolo al primo piano per un caffè vero, una fetta di cheesecake al tè matcha, un’eleganza magnifica, replicata in ogni singolo arredo e nel suo insieme. Per noi Kotomi è il prolungamento naturale dello spazio più adorabile di Kanazawa, il giardino del 21st Century Museum of Contemporary Art. Abbiamo scartato sul sentiero del parco le piccole Kotomin multicolore, cake one-bite all’aroma di yuzu, prugna e tè – un souvenir per noi stessi dal Giappone.

Café du Midi

Café du Midi

Provence-Alpes-Côte d'Azur, France

Per gli habitué, i turisti ben informati e i fortunati che lo scelgono per caso, la meta, dopo una mattina di giugno al Lac de Sainte-Croix, è uno dei tavolini all’aperto delCafè du Midi. Dal menù scritto sulla lavagna scegliamo Peperone con crema chèvre e avocado, bouillabaisse di pollo, Tarte tatin con gelato alla vaniglia. Delizia nei sapori e nel servizio, vista lago.

Back to site top