Sleep

Tenuta Borgia

Tenuta Borgia

Pantelleria, Italy

Era il maggio del 2016. A Tenuta Borgia, versante sud occidentale di Pantelleria, avveniva un…

Swaswara

Swaswara

Goa, India

Ascoltare il suono della propria voce: è questo il significato della parola Swaswara, che da il nome al centro ayurvedico in cui siamo state per otto giorni…

Santa Clara 1728

Santa Clara 1728

Lisbon, Portugal

São Vicente, Lisbon, Portugal. “Lasciamo che la nostra amicizia cominci da qui”. è il messaggio che ci siamo scambiati in viaggio via WhatsApp con i proprietari dell’albergo Santa Clara 1728. Quella mattina lasciavamo Lisbona guidando oltre il ponte Vasco de Gama verso Arraiolos nella campagna alentejana, per raggiungere la loro fattoria per qualche giorno…

Il Borgo del Balsamico

Il Borgo del Balsamico

Emilia Romagna, Italy

Italia. Una domenica di fine ottobre nella provincia di Reggio Emilia, terra di genio e di industria. Un cancello che si apre lentamente svelando un borgo di meraviglie. Una villa nobile di fine Settecento, un giardino all’italiana e, poco più là, un bosco. Le finestre a ogiva, le mele quasi mature, la cornice di bosso. E ancora, la sequoia secolare, la piscina appartata, le rose tardive, il sentiero che conduce alla ghiacciaia…

Riad Mena & Beyond

Riad Mena & Beyond

Marrakech, Africa

Stanza dopo stanza, cortile dopo cortile, ogni volta che ti muoverai tra le mura di questo riad nobiliare della medina avrai l’impressione di ripercorrere la trama di un sogno. Il sogno di una madre che ha ambientato qui il proprio ben ritiro e di una figlia, Philomena, che ha saputo trasformare la dimora in un luogo destinato a quell’accoglienza creativa, intima, autentica che sfugge (per fortuna) a ogni sorta di catalogazione…

Broholm Castle

Broholm Castle

Fyn, Denmark

13 generazioni della stessa famiglia. 700 anni di storia. 19 stanze, 620 ettari di orto, foresta e giardino. Mura a mattoncini color albicocca, nuvole alte e bosco…

Vanira Lodge

Vanira Lodge

Tahiti, South Pacific

Tahiti è un’isola e insieme un popolo che hanno sempre un occhio all’Oceano e uno alla montagna, una preghiera rivolta all’acqua e una alla foresta, come due esseri viventi simbiotici. Il Vanira Lodge se ne sta su una collina, ripida al punto da potersi tuffare pienamente in albe leggere e tramonti profondi, alta al punto da poter toccare notti trapuntate di stelle, vicina alle onde di Teahupoo da sentirne il fragore, vicina alla montagna da potercisi arrampicare. Su una collina verdissima della costa meridionale di Tahiti Iti, la Presqu’île, la porzione selvaggia che amiamo massimamente della grande isola. La sera arriva presto con il gusto dell’aragosta al miele, la mattina arriva presto con il profumo del pane di cocco e marmellata di banana e mango. “Fare” è la parola per “casa”…

Masseria Tagliente

Masseria Tagliente

Puglia, Italy

Io penso che se avessi una masseria, la vorrei così, una dimora signorile di famiglia, con la grande facciata bianca immacolata, alla spagnola, i cinque balconi al piano nobile per affacciarsi a vedere se i cavalli neri selvatici sono tornati dal bosco, se le capre sono andate nella stalla, se Brindisi e il Mar Ionio luccicano la sera. La cucina ad angolo rivestita di maioliche, che finisce in una grande terrazza sul tetto, vicino alla statua di San Martino…

Masseria Schiuma

Masseria Schiuma

Puglia, Italy

Schiuma è una parola magnifica, in un attimo balenano in mente la spuma dei cavalloni del mare, le bolle di sapone morbide e i loro arcobaleni, il latte soffice, la schiuma da barba che sa di colonia pungente, una leggerezza che è propria dell’infanzia, una goliardia che sa di adolescenza, una consistenza effimera che chiama a giocare a ogni età. C’è una Strada Schiuma, che da un punto della S90 che corre da Monopoli a Savelletri, verso Sud, lascia il mare per una campagna inattesa. Masseria Schiuma prende il suo nome, io credo perché la semplicità dei suoi padroni – una coppia danese sincera, aggraziata, bella, Pernille e Lars – è tale da non aver voluto aggiungere altri fronzoli, altri significati a un luogo che è un tempio degli spazi privati e degli spazi condivisi. Ogni movimento di oste e ospiti è libero e maturo…

Palazzo Penelope

Palazzo Penelope

Puglia, Italy

“32 mq di mare”. L’acqua è l’elemento primario che affascina Pino Pascali da sempre. L’artista ricostruisce il suo mare in vaschette di zinco ognuna delle quali contiene una variazione di tono su tono del colore del mare. Pino Pascali, l’artista pugliese più grande, era nato a Bari da genitori di Polignano a Mare il 19 ottobre del 1935 e a un certo punto, presto, le sue opere accentuarono la sua cultura mediterranea…

Albergo Quattro Fontane

Albergo Quattro Fontane

Venice, Italy

“Il giardino dei Finzi-Contini” fu pubblicato da Einaudi nel 1962, il romanzo si svolge tra il 1938 e il 1941 e sembra accadere al riparo da quello che stava succedendo fuori. Da molti anni desideravo scrivere dei Finzi-Contini – di Micòl e di Alberto, del professor Ermanno e della signora Olga – e di quanti altri abitavano o come me frequentavano la casa di corso Ercole I d’Este, a Ferrara, poco prima che scoppiasse l’ultima guerra. Ma l’impulso, la spinta a farlo veramente, li ebbi soltanto un anno fa, una domenica d’aprile del 1957. Ho dormito all’Albergo Quattro Fontane una sera bella di maggio. Scrivendo ora, mi rendo conto che non usiamo quasi più la parola “albergo”, diciamo banalmente “hotel”, mentre io in fondo cerco dappertutto un “albergo”, con il suo significato poetico di dimora abituale, residenza. Ancora qualche secondo, e avrei udito la sua voce, il suo «ciao». «Ciao» disse Micòl, ferma sulla soglia. «Che bravo, a venire.» Avevo previsto tutto con molta esattezza: tutto, tranne che l’avrei baciata…

Le Tre Stanze

Le Tre Stanze

Florence, Italy

Ogni primavera, per sapere quando devono svegliarsi dal sonno invernale, le piante dell’Artico si basano su indizi ambientali diretti e indiretti: per esempio il tempo più mite, le giornate più lunghe e la riduzione del ghiaccio marino. Il letto è alto, le gambe penzolano e le punte dei piedi intuiscono il tappeto antico. Il lino è del corredo di donne di casa, un lino bianco di una volta. Le campane rintoccano chiare come la voce dolce di una madre, chissà che siano proprio quelle della Cattedrale. Ritorna il profumo di cannella che ci ha fatto addormentare la sera. La luce fiorentina filtra appena, nessun rumore. Solo il giovane padrone di casa si muove piano in cucina a piedi scalzi, e il cucchiaino che mescola il caffè caldo. Risvegliarsi in questa residenza di Via dell’Oriuolo numero 43 è un momento fatto di piccoli indizi graziosi. È un atto di generosità, di Patrick, scultore-fotografo. Parleremo soprattutto dell’Engadina, che in modi diversi amiamo e abbiamo negli occhi, lui ha il dono di esserci nato.

Casa Flora

Casa Flora

Venice, Italy

L’azzurro è un colore raro nel mondo vegetale e animale. Quando esiste in natura, spesso non è vero azzurro, ma il risultato di una diffrazione della luce, come nel caso delle penne di alcuni uccelli, del cielo, del ghiaccio, dell’acqua e delle ali delle farfalle. Una volta schiacciati, i mirtilli sono più rossi che blu. E così, quale stanza avete scelto? In quale avete dormito? L’azzurra. A Casa Flora hanno preso i colori della laguna e li hanno portati nelle stanze, c’è il punto di verde dei canali più stretti e limpidi, la tinta rosa veneziana più struggente. E poi c’è l’azzurro soffice della nostra stanza…

La Pedevilla

La Pedevilla

South-Tyrol, Italy

Il calore della hygge aiuta i danesi a sopportare i lunghi inverni scandinavi. Il termine, coniato dai vicini norvegesi nel 1700, rappresenta quell’insieme di armonia familiare, cura per i dettagli e joy de vivre, che ci fa ricordare con nostalgia ogni nostro viaggio al Nord. Gli architetti Caroline e Armin hanno la propria idea di hygge e dopo aver vissuto tra le mura di larice e cirmolo del loro cottage aggrappato alla montagna, ne sarete incantanti. Porterete con voi un po’ del loro stile e della loro pace, e ne farete buon uso…

Atemporal

Atemporal

Lima, Perù

Ci svegliano il candore della luce e il cinguettio tropicale degli uccelli, che invadono la stanza al primo piano, la stanza dalle grandi finestre e dal grande letto di cotone bianco. Sbirciamo fuori e ritroviamo la piccola Santa Maria, una via minore e aristocratica di Miraflores, che i taxisti non conoscono. Precisamente dove Miraflores sta per lasciare il passo a San Isidro, a quell’incanto di bosco di ulivi che è El Olivar e dopo ancora all’hacienda settecentesca di Astrid y Gaston. I taxisti non conoscono questo nuovo “hotelito” e non glielo insegneremo, ci faremo lasciare ogni volta a Ovalo Gutierrez, per non disturbare la quiete di Santa Maria e di questa casa mozzafiato. Siamo regine di una piccola residenza che risale agli anni Quaranta e genera orgoglio ogni volta che si varca il cancello d’ingresso. La colazione delle delizie è fatta di porzioni gentili e di una veranda aperta sul giardino, dove stanno mettendo a dimora un nuovo limone. A volte gli esempi di ospitalità più compiuta e moderna stanno in città inattese.

Load More
Back to site top