Sorterbro Kro

Fyn, Denmark

Giu 2019

A tredici anni John iniziò proprio qui, a Fynske Landsby, l’antico villaggio danese trasformato in museo, come kitchen boy, e forse per questo quando gli capitò di leggere per caso che il Sortrebro Kro era in vendita non ci pensò due volte. Era alla fine del secolo scorso, e stavano ancora costruendo il ponte che collegava la Selandia alla Fionia, a Odense si contavano una cinquantina di ristoranti (oggi sono più di duecento) e i più rinomati offrivano menù alla francese. Ma John aveva in mente qualcosa di diverso, ci racconta passeggiando tra gli orti, che ogni giorno forniscono la dispensa con gli ortaggi maturi. Così cenare al Sortebro Kro è, tra le tante cucine nordiche, eccelse, un’esperienza che ha due pregi: l’essere unica e di restare impressa. Non ci si scorda del pane, che viene sfornato due volte al giorno, del burro, che viene arricchito con il sale di una remota isola del Nord, del rombo al tartufo nero italiano, carciofi, funghi e alga, né del sorbetto con calendula, ciliegia e camomilla. In una locanda danese del 1801 che ha mantenuto intatta ogni sua bellezza.

Parole Laura Taccari, foto Paolo Barbi

www.visitdenmark.it

Back to site top