Atene

by Andria Mitsakos

Set 2013

Andria affonda le sue radici in uno dei popoli più avventurosi e ospitali della storia, i Greci. Oggi impegna questa passione e curiosità worldwilde, lavorando come consulente di pubblicità, design, marketing e comunicazione. Cura un suo sito di lifestyle, Wanderlista.

 

La colazione perfetta

I greci non hanno l’abitudine di fare colazione, ma dopo una mattinata tranquilla passata a lavorare e parlare con i miei clienti asiatici, vado a trovare i miei fornitori di Dea Rosa e Wanderlista, e, camminando per la Plaka, spesso mi fermo da Malorita, un piccolo deli pieno di specialità cretesi gestito dal mio amico Harris (Harris è originario di Creta). Mi siedo con lui e chiacchieriamo davanti a un caffè e una fantastica torta al formaggio che importa direttamente dall’isola.

Il delivery preferito

Avocado. È gestito da Eraj (lo stesso proprietario del centro di yoga e pilates NYFY sull’altro lato della strada). Questo posto super tranquillo serve una cucina vegetariana sorprendentemente fresca e creativa. La mia ordinazione tipo è Green Juice e Gratitude Salad, con quinoa, noci, avocado e prezzemolo fresco e Forrest Burger (fatto di funghi) con pane senza glutine. Una bontà indescrivibile. Anche la Mother Earth Spinaci Tart è divina ed è perfetta a qualsiasi ora del giorno, sia a pranzo che a cena. Quando manco da questo posto per qualche tempo vado letteralmente in astinenza, per me è un’istituzione. Mangio qui probabilmente cinque volte alla settimana, nel ristorante o a casa con la home delivery.

Il tuo indirizzo segreto

Secondo solo al mio terrazzo con vista sull’Acropoli (il mio posto segreto numero uno) è TAF, una galleria d’arte e coffee shop nascosto in una via in Monastiraki. Non è panoramico, ma passi attraverso una vecchia porta e, una volta dentro, è come essere su un set cinematografico. Il cortile e la casa circostante (un complesso di appartamenti dove in quelle che un tempo erano le stanze sono ora esposte diverse opere d’arte) sono fatti per ospitare mostre itineranti e servono uno dei migliori caffè della città. Il terrazzo è aperto da aprile a ottobre e in inverno nei giorni soleggiati. Se quando esci giri a destra, camminando verso Ermou Street, entra nel negozio di antichità all’angolo: la famiglia che lo possiede ha prezzi accessibili, io compro sempre qualcosa quando passo di là.

Il pranzo della domenica

Da Melilotos, un piccolo ristorante in una via defilata tra il centro e Monastiraki. Il ristorante prima era nella Plaka e faceva solo delivery, ma grazie all’insistenza dei loro clienti hanno finalmente aperto una sede permanente. Le specialità del giorno sono una scelta vincente (ultimamente ho preso la Savory Trout Tart, uno dei piatti migliori che abbia mai mangiato in tutto il mondo). Lo stesso dicasi per le sardine grigliate servite con una deliziosa insalata di barbabietole e tabbouleh. Prova il vino della casa. Ottimo rapporto qualità prezzo.

La cena con gli amici

La cena con gli amici è sempre a casa mia poiché adoro cucinare, ma se decidiamo di uscire andiamo da Mama Roux, un ristorante appena fuori Platia Irini. Il ricco menù va dal marocchino al messicano, io ordino sempre i tacos di scampi. Ottimi anche i Margaritas. La cucina è aperta fino a tardi e si cena fuori tutto l’anno.

Se perdessi le chiavi di casa, in quale hotel prenderesti una stanza?

Due opzioni: Hotel Grand Bretagne è l’indirizzo più classico e iconico di tutta la città. Ho vissuto lì due mesi prima di prendere un appartamento in un quartiere vicino. La terrazza è stupenda e la spa divina. L’innata cordialità dello staff non ha eguali. In alternativa, posso sempre bussare alla porta del mio amico John Consolas… Possiede il B&B più carino della Plaka, Alice Inn. E poi ha una copia delle mie chiavi.

 

Photo credit: Peter Wesley Brown

 

 

Back to site top