Traveler’s Picks

by Gianluca Biscalchin

Lug 2014

Le sue illustrazioni sono per noi i fantasiosi indizi di una caccia al tesoro alle nuove Meraviglie della città in materia di food. Dopo anni nelle redazioni di riviste di musica e viaggi, Gianluca si è dedicato alla gastronomia. Prima come autore di un programma radiofonico di food, poi come collaboratore di diverse testate di settore. Oggi cura una rubrica di turismo enogastronomico sulla rivista del Touring Club. Come illustratore gastronomico -ha collaborato, tra gli altri, con Repubblica, RCS, Condé Nast, Giunti, Guido Tommasi Editore, Identità Golose, Gazzetta Gastronomica- ha inventato un linguaggio personale, tra parola e disegno. Due mondi riuniti nel suo primo libro, "Pret-A-Gourmet" (Mondadori Electa), una guida ironica, scritta e disegnata, sull’alta cucina. Imparerete in fretta a riconoscere i suoi lavori e la sua cifra stilistica. gianlucabiscalchin.it cibology.com

 

In quale parte del mondo vorresti trovarti in questo momento chiudendo gli occhi?

A Lisbona durante l’ora dell’aperitivo.

Il ristorante dove ti senti a casa.

Il Luogo di Aimo e Nadia a Milano, in cucina.

La camera d’albergo che ricordi con maggiore nostalgia.

Il bagno del San Pietro di Positano con vista mozzafiato sulla Costiera Amalfitana.

Il viaggio che potresti rifare e rifare senza annoiarti mai.

A Tolosa, in Francia.

Il piatto che ultimamente ti ha stupito.

Gli spaghetti al pomodoro di Niko Romito.

Le vacanze della tua infanzia.

In Svezia, dai miei cugini mezzo italiani mezzo svedesi.

Se un bambino ti chiedesse "portami in viaggio", dove lo porteresti?

New York: c’è tutto quello che serve per conoscere il mondo.

Potendo sognare, dove inviteresti tutti per festeggiare?

In Sicilia, a Ragusa.

Una vista indimenticabile.

Mont Saint Michel durante la bassa marea

Il tuo indirizzo Meraviglia, che non può proprio mancare nella nostra collezione.

Il ristorante Insonnia a Forno di Zoldo (BL): si chiama così perché mangi talmente tanto da non poter dormire…

Un posto che vorresti avere sempre dietro l’angolo.

Istanbul.

 

Back to site top