Traveller’s picks

by Eftihia Stefanidi

Feb 2019

Quando Eftihia, Creative Director, Producer e fotografa autodidatta, alcuni anni fa è arrivata in Grecia – suo paese d’origine – per location scouting, ha gettato le basi per nuovi orizzonti. Oggi è infatti la mente creativa che guida due nuovi boutique hotel a Atene,  pensati con l’intento di reinterpretare la classica idea di ospitalità. MONA e SHILA, in collaborazione con il gruppo AUM di New York, debutteranno nel 2019.

 

 

Se chiudessi gli occhi ed essere da qualche altra parte, dove vorresti essere?

A bordo di una barca, navigando a Venezia, passeggiando a La Roma, Mexico City. Su una sedia a dondolo, prendendo il sole a Viñales.

Il ristorante dove ti senti a casa.

O Atlantikos. Una vera chicca locale, questa semplice trattoria di pesce che rimane ancora nascosta nella parte sud di Atene. Fisher’s, un salto nell’epoca d’oro di Vienna, e il servizio più caloroso a Londra.

Una stanza che ti rende nostalgica.

Non un hotel ma una tree house a Tulum. Era un periodo di viaggi solitari e il mio nido di legno era un rassicurante antidoto agli hotel turistici della zona. Un’ esperienza spartana e selvaggia.

Un viaggio che potresti rifare senza annoiarti mai.

India! L’immensità dell’ispirazione visiva, la meraviglia culinaria, l’impareggiabile follia cinematografica mi inducono sempre a tornare.

Un piatto che recentemente ti ha stupito.

I semplici piatti mediterranei rivisitati di Port Sa’id a Tel Aviv. La pasta fresca allo zenzero a Il Casta, a Hydra. E tutto quello che mangio in Giappone…

Un luogo di vacanza della tua infanzia.

Villa Efelli, la nostra beach house di famiglia, affacciata sulla costa ionica della Grecia. Quando ero piccola, i miei genitori portavano qui me e mia sorella per tutte le estati. Ai tempi in cui la casa era stata costruita, la zona era molto remota. Vivevamo con comfort di base –  a mala pena l’elettricità- ma giocavamo in spiaggia fino a che  facesse buio e leggevamo finché le lampade a olio si spegnevano. Adoro tornare ogni anno, la zona vicino il villaggio di Lygia è veramente interessante e ricca di storia.

Se un bambino ti chiedesse di portarlo in viaggio, dove andresti con lui?

Navigando nel Mar Egeo! Il mare impone uno spirito collaborativo,  un legame” analogico”, mentor ci mette in contatto con elementi della natura e del cosmo, senza perdere lo spirito di avventura. Vorrei ispirare i bambini con questo tipo di viaggio, attraverso le infinite esplorazioni che può offrire; dall’astronomia alla metereologia,  alla semplice gioia di giocare ai pirati, per conquistare la prossima isola!

Se potessi scegliere un posto per festeggiare quale sarebbe?

The Nest, in Namibia, un lodge privato dall’architettura incredibile  a (ispirato alla trama dei nidi), dove ho avuto la fortuna di soggiornare, durante il matrimonio di un’amica (cosa possiamo volere di più per il compleanno?). In Europa, a casa dei miei amici a Città della Pieve, in Umbria. Hanno restaurato un palazzo divino con un gusto impeccabile. È una casa da sogno, che presto sarà trasformata in un boutique residence. 

Una vista indimenticabile.

Le dune della Namibia, e ogni suo bush e cielo. Sembra di ammirare la terra nel suo stato primordiale. Secondo posto, il tempio che ho visitato a Hampi, in India. Un altro momento memorabile…

L’indirizzo Meraviglia che non può mancare nella nostra collezione.

Vorrei che fossero i miei nuovi progetti di Atene, MONA e SHILA, coming soon!

Un posto che vorrei fosse dietro l’angolo.

Cape Town. Avendoci vissuto, per me è come una seconda casa.

 

Back to site top