Riassunto di Svezia

Gotland, Sweden

Ott 2013

Testo e foto: Laura Taccari

Ascoltare: Noah and the Whale, Heart of Nowhere

 

Nelle nostre vite ci sarebbe stato un prima Gotland e un dopo Gotland. Mentre la gente affollava scampoli di isole mediterranee noi volavamo a Nord, prima Stoccolma poi Visby per trovarci dentro a una fiaba. Un ovale di terra verde adagiata sopra quel manto gelido che è il Mar del Nord.

Gotland è un concerto di foreste, pinete, prati e campi di grano, orli di sabbia, baie e strade dritte. Mentre le percorri a volte ti tornano in mente i boschi del Canada o le campagne  della Normandia, altre volte gli Hamptons con le sue case di legno custodite dentro folle fitte di alberi. Ripensi ai paesaggi lunari e le distese di savana del Sud Africa. Ma poi ti accorgi che non potresti essere che in Svezia e che Gotland è Gotland e tu hai avuto la fortuna di scoprirla con i tuoi occhi, prima che altri ti parlassero della sua meraviglia.

Gotland è una casa disegnata da un bambino. Ogni costruzione ha il tetto spiovente, granaio, pollaio, mulino, campanile o casa che sia. Le dimore sono di legno e pietra. Travi cioccolato e tegole rubino, oppure ocra e nero, bordeaux e carta da zucchero, malva e mattone… Le più curate hanno merletti di legno per rifinire gli spigoli, sedie a cerchio sul prato e un patio che incornicia il portone d'ingresso.

Gotland è un boquet di fiori di campo dagli steli ispidi e le foglie pungenti. Fiori caparbi, aspri dai petali croccanti, viola, rosa o giallo. Li trovi ovunque, di fronte alle case, lungo le strade, accanto alla sabbia e recisi, sopra i banconi delle locande. Inizi a raccoglierli anche tu, ti prometti che una volta a casa cercherai i loro nomi antichi, li farai seccare dentro un libro, comporrai il tuo primo erbario.

Gotland è una coppia di capanni custoditi da una scogliera immensa che si chiama Sigsarve. Scendi dall'auto e senti il fragore delle onde e scopri una baia alta che fa da quinta al palcoscenico dove va e viene il mare.

Gotland è un recinto di legno dalle travi inclinate, è un molo che scricchiola, è ciò che resta di una fortezza, è un cestino di tartufi scoperti tra le foglie, è una vecchia roulotte nel tuo giardino, è una candela sopra ogni davanzale, è un tramonto dopo aver cenato, quando nel continente è già notte.

Gotland è un riassunto di Svezia, è una favola poco conosciuta, una poesia nordica.

 

visitsweden.com

 

Back to site top