America

Traveler’s Picks

Traveler’s Picks

by David Wright

“Mi manca chiunque” (“La scopa del sistema”, David Foster Wallace). Per David, regista e fotografo pluripremiato, chi è rimasto a casa è sempre anche nelle sue spedizioni: il Maine, MiMi, moglie e chef, Rosie, “un golden retriever intrappolato in un corpo di barboncino” (come recita la fan page di Rosie, curata da David). La risata generosa e che avvicina, riflesso di tutto il suo carattere. Oltremodo umano, timido e sociale insieme, ovvero il compagno di viaggio che andiamo cercando. Un’anima che si stupisce e condivide, dopo decenni di viaggi remoti e un curriculum difficile da contenere in un mappamondo…

Soho House Chicago

Soho House Chicago

Chicago, USA

Siamo a Chicago ed è sera. Il fermento della City continua nei club, dentro al ruggine dei mattoni, dentro a note jazz profonde e scure come i legni dei banconi dove indugiamo. I building alti hanno più vetro che cemento e guardano lo spettacolo del ciclo veglia-notte di questa metropoli americana, dove i cieli d’inverno sono spolverati da venti robusti. Soho House ha messo radici qui, facendo scendere a patti quella personalità raffinata e londinese che possiede con quel carattere forte e industriale di una città come Chicago…

Traveler’s Picks

Traveler’s Picks

by Micah P. Hinson

Per noi è e resta uno dei più struggenti songwriter del West, di quella cellula creativa nel polveroso Texas che ha per capitale Austin (della quale a Mph non interessa più di tanto parlare). Con quella voce che provoca un eco nel petto e quella fisicità scarna e “infantile”, che sfugge a ogni cliché. A dieci anni da Micah P. Hinson and the Gospel of Progress, per noi Micah continua ad avere -e ha ancora sul serio- circa trentanni e una giovane moglie (“The” wife) che ha chiesto in sposa su un palco durante una tournée…

SE SEI HIPPIE, VIENI A SELDOVIA

SE SEI HIPPIE, VIENI A SELDOVIA

Alaska, USA

È la versione raw di Halibut Cove, il verde delle acque della baia è più cupo e misterioso, bisogna controllare la marea prima di incamminarsi verso l’Outside Beach, il vecchio boardwalk è malinconico e pacifico, con le sue cabin di legno erette come palafitte sul mare, rosse, turchesi, cerulee, le aquile, i gabbiani, i fiori. Seldovia è un luogo che strega, anche se arriverete in un giorno di pioggia fitta. La mattina i sentieri del bosco saranno fangosi, i lamponi copiosi e vi sentirete Alice nel Paese delle Meraviglie dentro a una foresta dai verdi saturi, dei funghi arancioni a pois e dalle foglie giganti. Il cottage più bello del vecchio pontile è di Suzie e Jerry e lo affittano agli ospiti…

HALIBUT COVE

HALIBUT COVE

Alaska, USA

Dal 1966 questo peschereccio porta all’altro lato della baia. Verde bosco di vernice lucida e legno scuro navigano sulle acque riparate della baia, acque celesti freddissime, come le spesse lingue di ghiaccio che colano nel mare. Dalla finestrella quadrata sbuca e ci parla il Capitano al timone, una donna che sembra una ragazzina, bionda, gli occhiali grandi da sole, le scarpe estive da barca, il sorriso e il piglio di chi è nata in questa breve avventura per mare alla Wes Anderson. Welcome aboard the Danny J! Ci sono i poncho gialli cerati per ripararsi dai flutti e dalla pioggia, se verrà. C’è Gull Island, un santuario di uccelli di mare per veri birders…

WELCOME TO HOMER, THE CITY WHERE PEOPLE LIKE TO LIVE

WELCOME TO HOMER, THE CITY WHERE PEOPLE LIKE TO LIVE

Alaska, USA

È estate a Homer, Alaska. Siete nel vostro film indie americano preferito con jeans, camicie di flanella a quadri, stivali di gomma, mug di caffè bollente e non cambiereste nulla, compresa quella componente di autentico spirito hippie che regna in ogni generazione d’Alaska e che vorreste in qualche modo vi scorreste nelle vene dalla nascita. Alle 10 pm automobili anni ’90 e pick-up corrono sulla sabbia della spiaggia della Old Town e si mettono in riga, in prima fila davanti al tramonto sulla baia, come in un drive in naturale. La Homer Spit è illuminata dall’ultimo fascio di luce ed è una lunga lingua d’oro che si allunga nella baia, letteralmente fino alla fine della strada. È un camping vivente, indissolubilmente legato all’acqua, alla navigazione, alla pesca (la Fishing Lagoon è un otto di uomini e donne, impegnati con le loro canne da pesca e con una grossa caccia), al campfire dove scaldarsi e arrostire il pesce appena pulito e sfilettato, al cerchio di famiglia o amici con i quali aspettare la fine di un altro giorno nella Kenai Peninsula…

Amangiri

Amangiri

Utah, USA

L’estate del 2014 sarebbe passata alla storia come l’estate dai colori pastello. Una palette dalle sfumature infantili che avrebbero reso ancora più soffici e inconfondibili i ricordi. L’Amangiri è parte di questo idillio di rosa pallidi, di azzurri cerulei, di gialli pacati. Un sogno che resta sogno anche oggi che si è avverato. Per raggiungerlo si costeggia il Lake Powell, un contrasto di acqua smeraldo e terra mattone, si attraversa un pezzo di deserto rosa, si sperimenta il silenzio, dentro un monsone dei più docili…

PAGE

PAGE

Arizona, USA

E poi ti capita di salire inaspettatamente a bordo di un velivolo a elica a sei posti, di osservare Los Angeles farsi miniatura e trovarti avvolta dalle emozioni dell’avventura nella versione più autentica del termine. Il tempo di leggere le prime pagine del tuo libro e il mondo che stai accarezzando dall’alto diventa un tappeto dalla palette sfuggente, dal rosa al mattone. Lo sguardo fisso sulle nuvole e i canyons…

Editor’s picks

Editor’s picks

by Laura Taccari

Il mio dono è scrivere. Il mio compito è scrivere. Scrivo di storie, di abiti, di camere d’albergo. Scrivo di sentimenti, di stoffe, di colazioni, di sogni. Scrivo di meraviglie. Amo viaggiare e scoprire cose nuove, viaggiare e comprendere cose antiche. Amo svegliarmi presto ogni mattina, fare il pane, la pasta frolla, la granola croccante, sperimentare torte di mele. Mi piace il Nord, l’accoglienza curata, una stanza che per una notte diventa mia…

Soho Beach House Miami

Soho Beach House Miami

Miami, USA

Prendete un edificio art déco della Mid Beach di Miami. Aggiungete il talento di un designer d’interni come Martin Brudnizki, mobili d’epoca pregiati, qualche ricordo della Cuba anni ’40, letti X-large, una Spa Cowshed con vista sull’oceano. E ancora, opere di arte contemporanea, una piscina di 30 metri con cabine dotate di aria condizionata, una spiaggia privata munita di lettini e capanne, un bar immerso in uno scampolo di giungla, un ristorante italiano dotato di fama internazionale dal nome Cecconi (con sedi a Londra e West Hollywood), un lounge bar in stile messicano vicino al cielo (con piscina annessa). Ed ecco a voi il Soho Beach House (ultimo nato della hip-chain Soho House), total hotel dai tanti risvolti e beach lodge di rara bellezza.

LOS ANGELES

LOS ANGELES

by Avi Brosh

Avi è il fondatore, leader e talento creativo che si cela dietro al marchio Paligroup, istituito con la convinzione che i quartieri, le esperienze uniche e i luoghi suggestivi siano parte integrante di una vita cosmopolita. Avi lavora da oltre 20 anni nel settore immobiliare e dell’ospitalità. E’ laureato alla Boston University School of Business Management.

Palihouse

Palihouse

Santa Monica, USA

Magnifico esempio di “beach chic destination”. Con la sua “Lobby Lounge” per il tempo della colazione, i soffitti affrescati originali, i pavimenti in piastrelle di Malibu, il grande camino, le porte di vetro soffiato affacciate sul patio esterno privato. Con i suoi 36 pied à terre, reminescenze di appartamenti cittadini europei, Palihouse è annidato nelle discrete vie residenziali di Santa Monica, con accesso immediato alla spiaggia. Keyword: beach lodge, vanity rooms, bespoke wallpaper (Abnormals Anonymous), Dean & DeLuca minibar treats, space, style, sophistication, individuality.

Montauk, NY

Montauk, NY

by Jayma Cardoso

Jayma è proprietaria e founder del The Surf Lodge di Montauk.

Load More
Back to site top