Francia

MAISON COLLONGUE

MAISON COLLONGUE

Provence-Alpes-Côte d'Azur, France

Guillaume si trasferí a Parigi per studiare architettura, inizió a lavorare come graphic-designer e interruppe gli studi, ma promise a se stesso di realizzare almeno una volta nella vita un progetto di architettura. Maison Collongue è la realizzazione di questo compito. Un portone pastello aperto su un cortile dove comandano il bianco, il grigio pallido, il verde prato e la grazia innata di tutto ciò che nasce francese. Guillaume salta i convenevoli e ti conduce nel living dove è da poco cominciata una réunion de famille. Passiamo accanto a una una poltrona blu notte, a una serie di opere di Damien Hirst, a una cucina cemento e acciaio…

La Maison du Ruspu

La Maison du Ruspu

Corsica, France

State guidando tranquillamente e poi il piccolo segnale, U Ruspu, e vi buttate in un off-road dentro a un bosco wild. Verso una casetta sola, di un tenero azzurro pastello, le lenzuola bianche sul filo al vento, le rose antiche pallide e curate. Siete Chez Jean-Claude Girard, come direbbero a Parigi. Lui è un amabile signore che ha avuto la fortuna (la fortuna, lo ripete due volte) di abbandonare per problemi di cuore la caotica capitale francese per questo non-luogo della Corsica del Sud. La Plage de Cupabia, incantata, è distante il tempo di una gita fuori porta. Quel tenero azzurro pastello è la palette di ogni cosa nella cucina della maison. Il profumo di pain d’epices che si raffredda per la colazione di domani e diventa migliore. I cedri in un cesto, le conserve della casa sulla mensola del camino. La radio accesa lancia in francese un pezzo di Battisti. Monsier Girard siederà sempre con noi al tavolo e ci parlerà senza fretta. Dice che quest’isola non si misura a distanze, a tempi da un punto all’altro, quest’isola non va presa di fretta, come questa vita. La piccola maison d’hotes sembra sospesa nel tempo che ci vuole per affezionarsi a un luogo pacifico e gentile.

Lodge Park

Lodge Park

Megève, France

Il Beef Lodge potrebbe essere il bistrot da non mancare a Milano, una steak house contemporanea, con lucide piastrelle mattone della cucina a vista, il taglio perfetto di filetto di bœuf de Simmental, il bricco del purè più cremoso del mondo. La piscina esterna assomiglia all’angolo più serafico e desiderabile di una villa provenzale, con il muro di cipressi verdi, le ortensie, le sdraio e i teli color lavanda tenue, la vasca elegante e l’acqua azzurro cielo. Le pareti imbottite tartan, le corna di cervo, i cimeli di caccia, il cuoio bordeaux degli interni, selvaggi e sofisticati insieme, fanno eco a storie di sport e hobby d’altri uomini e d’altri tempi. Ma siamo in Alta Savoia, nel centro del villaggio di Megève, dove dormono le celebrities, ma soprattutto dove si trovano anche Les Fermes de Marie e il suo Alpage.

Le Môle Passédat

Le Môle Passédat

Marseille, France

I quais e il porto vecchio, l’ultimo piano di un museo contemporaneo, in una Marsiglia nuova che sembra una Parigi del futuro bagnata dal Mar Mediterraneo, sono l’ambientazione di una cucina e di un luogo sorprendente. Le Môle raccoglie attorno a un tavolo semplice come uno schema (un tagliere con una pagnotta di pain paillasse, un lino bianco e un coltello con lama d’acciaio) tutti i paesi del Mediterraneo. Il buffet freddo e il buffet di dolci de La Cuisine sono una vetrina di piccole meraviglie che non si vorrebbe scomporre. Al palato arrivano il polpo fresco spadellato del sud, la menta e il prezzemolo del taboulè di quinoa freddo libanese, le foglie di vite farcite di riso e agnello à l’Arménienne, meringa e crema al limone della Provenza, tarte au chocolat francesissima. La chiamano restauration “casual”…

Domaine de la Baume

Domaine de la Baume

Provence, France

Il racconto della Creazione noi lo ambienteremmo in questa tenuta nell’Haut Var, con una Eva che si sveglia francese nella chambre Rita dalle tappezzerie floreali intense e indugia a letto osservando il grande ciliegio della sua finestra mosso dal vento. L’ocra, caldo del sud della Francia, della facciata di questa dimora di campagna è stato il leit motif delle tele di Bernard Buffet negli anni della sua residenza qui. “Le rêve sera plus long que la nuit” intitolava un romanzo la moglie del pittore espressionista. Per noi il sogno continua a colazione, nei saloni dalle tinte piene femminili, nel giardino alla francese impeccable, nella piscina elegante sorvegliata da altezzosi leoni di marmo…

Le Sciozier Chez Therese

Le Sciozier Chez Therese

Val d'Arly Mont Blanc, France

Vi porteremmo tutti qui per festeggiare. Una ferme d’alpage affacciata sul Monte Bianco, accessibile in auto, a piedi o in elicottero. Per entrarci dovrete rimpicciolirvi, come Alice nel Paese delle Meraviglie, e scoprire le due piccole sale brune e profumate di legno, decorate con autentici souvenir di montagna. Le tavolate lunghe e i piccoli tavoli da due divinamente apparecchiati, in attesa che la brace sia calda e i commensali tutti a tavola. La terrazza è aperta in estate per il pranzo. Il barbecue è acceso ogni giorno. A Flumet, nella bella Val d’Arly, nel cuore delle Alpi.

Maison Battisti

Maison Battisti

Corsica, France

Marie-Pierre e Michel amano i nostri stessi film, amano frequentare ogni anno il Festival del Cinema di Bastia, ricevere ospiti nella loro casa di famiglia e cucinare per loro ricette francesi autentiche e, a volte, sperimentarne di nuove. Amano il suono dell’italiano e noi amiamo la sensualità del francese. Dopo i primi sorrisi decidiamo di parlare nelle nostre rispettive lingue per deliziarci a vicenda. È il primo sintomo che staremo bene insieme. Siamo in un palazzo di Conchiglio, un paese che molti cartografi hanno deciso, sbagliando, di omettere dalla cartina…

Traveler’s Picks

Traveler’s Picks

by Jean-Christophe Lalanne

Nato a Marmande (vicino a Bordeaux) nel 1964, un tempo insegnante di tennis, Jean-Christophe inizia la sua carriera nella moda a Parigi nel 1992 e ancora oggi lavora nel fashion management. Alcuni anni fa’, assieme a François, Jean-Christophe acquista un grande e tranquillo pezzo di terra in Portogallo e costruisce Villa Extramuros, un rifugio moderno nella campagna dell’Alentejo. Jean-Christophe e François se ne prendono cura eccelsamente, oltre a prendersi cura dei quattro stupendi gatti di casa Mr Toto, Ms Lulu, Mr Riri e Ms Mila.

Nanashi

Nanashi

Paris, France

Siamo nell’Haut Marais, è l’ora della colazione e costeggiando una via stretta, verso uno dei nostri café preferiti della città (Café Pinson), prima l’azzurro acqua marina brillante del negozio d’angolo, poi il profumo fresco e aromatico di riso ed erbe orientali (lemongrass, gelsomino, forse sesamo), ci portano con il naso sulle grandi vetrate a scoprire i preparativi di deliziosi bento parigini e decidiamo che, ovunque la nostra giornata ci porterà, torneremo qui per il pranzo, oggi e spesso…

Kunitoraya

Kunitoraya

Paris, France

Non è un segreto che a pochi isolati dal Louvre inizi quel profumo inebriante di vapori asiatici che ti trascina nella piccola Tokyo parigina di Rue Saint-Anne e che molti offrano un pasto veloce, pittoresco e gustoso. Ma c’è un posto unico al numero 5 di Rue Villedo, elegantissimo e perfetto nella luce del giorno, da prendere molto slow con una persona speciale. Una sala lunga e stretta, una perfetta simmetria di specchi, boiserie, sedute, come in un raffinato e minuto vagone-ristorante di un treno d’inizio secolo, con l’orologio tondo antico a parete. Servono parallelepipedi in veste di delicati onigiri al salmone: l’alga nera, il riso bianco, il rosa pacato del pesce dichiarano tutta l’estetica e la cura nipponica. Fumano zuppiere alte di tradizionali spaghetti giapponesi bollenti, lunghissimi e tirati a mano: è il tempio degli udon. Ma ogni piatto del menu è una delizia, anche il dolce sorbetto alla pesca.

CAFé PINSON

CAFé PINSON

Paris, France

La colazione per Meraviglia è un rito quotidiano e, a casa o fuori casa, assume la regalità di un pasto prelibato. Una variante fantastica è quella al Café Pinson con una fila indiana di piccole madeleine al pistacchio fatte in casa, accompagnate da una centrifuga di frutta o un bicchiere alto di latte di mandorla. Il café è un tempio del detox – superfood (Kale, spirulina, germogli), raw food (raw cacao), organic food, home-made food – ma l’atmosfera è quella super contemporanea di un bar di Copenhagen con Wi-Fi, divani comodi, musica ispirata, dove prendersi tutto il tempo necessario.

Traveler’s Picks

Traveler’s Picks

by Kim Alderden

Kim is PR and social media manager for Piet Boon Bonaire, a magnificent retreat set within the equally impressive Bonaire Island. She is also Creative Consultant for ATP Event Experts and owner of Simply Canvas, a lovely glamping site in the rolling hills of South-West France.

EDITOR’S PICKS

EDITOR’S PICKS

by Paola Corini

Paola ama il sole non troppo forte, il profumo delle erbe, la combinazione di colori del Lilac-breasted Roller del Botswana, il pane fresco, l’aria di montagna, chi sorride, le parole, la frutta d’estate. Fino a un anno fa viaggiare e scriverne erano solo lo straordinario, nel 2013 fonda Meraviglia Paper con Laura e diventa senza indugio Travel Editor. Continua a pensare che viaggiare in questo Mondo sia qualcosa oltre l’ordinario, favoloso, vitale.

Parigi

Parigi

by Sébastien Siraudeau

Sébastien è scrittore e fotografo. I suoi libri e i suoi articoli sono viaggi indimenticabili alla ricerca di luoghi e oggetti fuori da questo tempo. La Francia dei brocante, dei paesini remoti, dei marché aux puces i suoi soggetti prediletti.

Hôtel Ermitage

Hôtel Ermitage

Saint-Tropez, France

A noi Saint-Tropez piace per tutto quello che l’ha resa famosa e che sa di senza tempo: la brioche alta guarnita di zucchero e strabordante di crema (tarte tropézienne), i sandali di cuoio degli anni Venti, i primi bikini di BB. L’Hôtel Ermitage ha la stessa stoffa e sa di bei tempi. Elegante, intraprendente, semplice, esclusivo, moderno. 27 stanze, tutte differenti e concepite da artisti e designer. Il ristorante stellato. Il campo per la pétanque (il gioco delle bocce).

Load More
Back to site top