Italia

Casa Howard

Casa Howard

Rome, Italy

Nata dall’idea visonaria di Mrs Howard, in un’epoca in cui le “guesthouse” in Italia non esistevano ancora, Casa Howard è uno di quegli indirizzi in cui intimità e carattere conquistano più di tanti comfort da anonimo hotel di lusso in centro città. Non ha insegne, ma una scritta sul citofono, come a indicare che la famiglia Howard vive qui. Entrate nell’androne del palazzo lasciandovi alle spalle tutta la vivacità di un tramonto romano…

Salumeria Roscioli

Salumeria Roscioli

Rome, Italy

Come se non bastasse essere uno dei forni più prestigiosi della capitale e un cabinet de curiositè dedicato alla gastronomia d’essai, italiana e internazionale. Roscioli è anche un piccolo bistrot ispirato, di quelli che vorremmo scoprire sempre. Tra gli scaffali affollati di sali pregiati, conserve artigianali, paste trafilate al bronzo e il banco dei salumi e formaggi, ci si siede per gustare manicaretti della tradizione italiana, a volte rivisti con guizzi di opportuna creatività. Un olimpo del gusto per tutti coloro che fanno della cucina una continua, avvincente, minuziosa ricerca.

Bjork Swedish Brasserie & Side Store

Bjork Swedish Brasserie & Side Store

Milan, Italy

Abbiamo un debole per il Nord Europa e la cucina nordica, per la luce che sanno catturare e fermare negli spazi e nei piatti, per l’inclinazione naturale al design rigoroso in ogni azione. Bjork è un progetto (di ricerca, selezione, accostamento, attualizzazione) prima che un eccelso ristorante-brasserie (già ad Aosta dal settembre 2012) con piccolo emporio gastronomico. Per noi tutto inizia con un morbido pane in cassetta al profumo di anice e una mousse di burro salato su un tagliere di legno chiaro. E il menù continua fra tradizioni ed evoluzioni della tradizioni. Esiste un tavolo per ogni occasione: tondo per sei amici intimi sotto a un lampadario-candelabro lucente, piccolo e quadrato per informali vis-à-vis, lungo e condiviso su sgabelli in legno del bancone-anello alla sushi-bar…

LaFavia four rooms

LaFavia four rooms

Milan, Italy

Quattro stanze in un palazzo di fine ottocento in zona Garibaldi, il cui tema primario è il viaggio, grande passione dei proprietari Fabio e Marco. Il viaggio interpretato nel suo significato più nobile, come ispirazione, cultura, ricordo. Le poltroncine anni ’70 arrivano da un café della Rambla, la carta da parati evoca il Tibet, le immagini della dea Vishnu ci conducono in India. Lafavia è un viaggio nel viaggio, che ispira e accoglie con il calore di una casa e con il fascino vivace ed eclettico di un cabinet de curiosités. La colazione viene servita nell’atmosfera rarefatta di un giardino d’inverno che guarda la corte del palazzo.

The Corner Rome

The Corner Rome

Rome, Italy

Comincia con due cigni di pietra rosa la nostra empatia con il The Corner Rome. Una townhouse dei primi del Novecento in stile liberty convertita in piccolo hotel, grazie al nobile recupero dell’architetto Danilo Maglio, che è anche ideatore del progetto e proprietario della villa. Empatia che prosegue con il grigio pallido della boiserie e il parquet a spina di pesce. I motivi geometrici dei pavimenti d’epoca e delle carte da parati ispirate all’Oriente. Le pareti-giardino del ristorante e della sala colazione, i mobili di modernariato, le lampade minimal e grafiche. Le camere sono undici, divise per “taglie”: small, medium e large. Nella veranda dai contorni lussureggianti il risveglio profuma di caffè americano, di crostata con crema e pinoli, di marmellate di frutti rossi, di granola croccante e frutta esotica. The Corner è anche un progetto dedicato al food attraverso il ristorante e il bistrot Bistreet, entrambi guidati dallo chef stellato Fabio Baldassarre.

Bistreet

Bistreet

Rome, Italy

Le otto della sera di un mite sabato romano che invoglia le comitive di trentenni allegri e ciarlieri a indugiare tra i tavolini all’aperto del Bistreet, ai piedi dell’albergo The Corner Rome. Un ultimo drink open-air prima di accomodarsi all’interno. Minuto, intimo, facile. Ambiente bohèmienne, cucina a vista, accenti coloniali, una parete di libri di fronte al tavolo ovale da condividere. Il menù, firmato dallo chef Fabio Baldassare, comincia con la prima colazione e termina con la cena. Comfort food all’italiana che prende le “forme” del cibo di strada. Si passa dai cartocci di fritti ai burger, dallo sformato con fonduta alle torte fatte in casa. Bistreet ci conquista con la qualità, la semplicità e la cura dell’interior, delle pietanze e certamente del servizio.​

Ristorante Berton

Ristorante Berton

Milan, Italy

La vostra esperienza culinaria nel Ristorante Berton comincia con una sinfonia di sapori appoggiati sopra a un friabile cracker al nero di seppia, che ricorda il vulcano di un’isola mediterranea. A pranzo vi consigliamo di proseguire con il piatto unico formato da quattro portate gourmet, nella dimensione minaudière, poi con il dessert e infine con i petits fours, che accompagnano il rito del caffè. A cena la scelta è ardua, tra i piatti à la carte e i menù degustazione, tra i quali è prevista una selezione “tutto attorno al brodo”, assolutamente inedita. Qualsiasi cosa ordiniate, sarà in grado di stupire occhi e palato e ne ricorderete la sorpresa a lungo. Lo spazio è minimal-rigoroso e rispecchia (e lascia entrare attraverso le ampie vetrate) l’atmosfera futuristica del quartiere nel quale il ristorante sorge. Il nostro tavolo preferito è quello nella cabin situata per metà in sala e per metà in cucina, dove si può ammirare la brigata e il Maestro Berton all’opera. I divanetti da diner americano rivisitato e la parete semitrasparente, attraverso cui sala e cucina dialogano, completano la ricercata meraviglia di questo indirizzo culinario fuori dall’ordinario.

Masseria Potenti

Masseria Potenti

Puglia, Italy

La masseria è là, dentro ai campi. È settembre e l’estate non è ancora finita. Non in Salento, dove fichi d’india, melograni e uva diventano maturi tra il bianco smagliante della calce di questa masseria e il celeste universale del cielo. Le donne stirano i panni, il lino filtra la luce delle piazze assolate, le corone di peperoncino seccano. Il benvenuto arriva nella veste di un grappolo di pomodorini sodi su friselle generose, irrorate di olio e origano fresco. Sono le tre del pomeriggio e le cuoche impastano e si accordano per la cena e per il matrimonio di sabato…

Mezzanino

Mezzanino

Rome, Italy

Via Giulia 100, Roma, in un allegro pomeriggio d’autunno che potrebbe essere primavera. Il nostro indirizzo “segreto” questa volta si chiama Il Mezzanino, e si trova al piano nobile di un edificio del diciassettesimo secolo, nel cuore della capitale. Il pied-à-terre pieno di sregolatezza e poesia, che sognamo da sempre nel Marais, a Dalston e Brooklyn. Perfetto nella forma: mura antiche dagli angoli smussati che racchiudono 50 mq idillicamente divisi. E “meraviglia” nella sostanza: pochi mobili e tutti con un passato alle spalle, cucina minimal in acciaio e marmo, tappezzerie di eccellente gusto borghese ereditato dalla mamma, piccoli soprammobili presi ai banchi ancora “autentici” di Porta Portese, vecchie cartoline della città appese al muro con lo scotch, libri, magazine indie, fiori, la crostata del forno sotto alla campana di vetro, la Chiesa di San Biagio degli Armeni che vi sbircia dalle finestre e Roma, verace, chiassosa, gioiosa, che vi invita a uscire e prendere un poca della sua immensa bellezza.

Zoc 22

Zoc 22

Rome, Italy

Quando un ristorante ha una gigante cartografia per abbellire la parete, arredi che compreremmo per la nostra casa senza pensarci due volte, una cucina a vista dove lavorano due cuochi dai dolci sorrisi. Quando la porticina del bagno sembra il portellone di un bush plane e ci ricorda della nostra ultima avventura nel Nuovo Contintente. Quando sul retro c’è un dehors con rampicanti e lucine accese, quando i tavoli sono di lavagna e hai gessetti colorati per dare forma ai pensieri. Quando il menù è stagionale, multietnico e organico, quando vengono descritte nel dettaglio le aziende agricole produttrici di ogni ingrdiente siamo in un autentico luogo Meraviglia.

Wok Eat

Wok Eat

Milan, Italy

Ora facciamo un gioco: diteci gli ingredienti e le dosi che vorreste nel vostro cartoncino di noodles bollenti. Noi sesamo nero, fagioli rossi, funghi, zenzero. E una birra chiara delicata e saporita (Asahi e Menabrea da oggi avete un nemico, la Poretti). I ragazzi di Wok Eat ci vedranno spesso, per un pasto espresso prima del teatro (il Piccolo è dietro l’angolo), del cinema (ogni cinema del centro), a casa o in studio (nella versione delivery). Facile, profumato, perfetto.

D’O

D’O

Milano, Italy

Nelle pagine de Il profeta, Kahlil Gibran scrive che lavorare con amore significa “tessere la stoffa con fili tratti dal vostro cuore, proprio come se la persona da voi amata dovesse indossare quella stoffa. Significa costruire una casa con affetto, proprio come se la persona da voi amata dovesse dimorare in quella casa. Significa spargere semi con tenerezza e fare la mietitura con gioia, proprio come se la persona da voi amata dovesse mangiare il frutto. Significa permeare tutte le cose cui date forma con un soffio del vostro proprio spirit”…

Hotel Locarno

Hotel Locarno

Rome, Italy

Siamo certi che sia l’anima di un luogo a definirne la vera meraviglia. Ecco perchè il Locarno, fondato nel 1925 da una coppia di svizzeri, è la nostra prima scelta per una fuga nella capitale. Una residenza storica, che da decenni accoglie turisti illuminati, artisti di passaggio e habitué, in una via defilata del centro. Un albergo d’atmosfera, tra le cui stanze respiri la magia dell’arte, l’incanto della bellezza e il rispetto per la storia. L’emozione comincia all’ingresso, dove un glicine generoso abbraccia la facciata e corteggia le vetrate Art-Nouveau. E prosegue nella hall, nel bar, nelle scalinate e nelle stanze. L’autenticità è una firma costante, anche negli spazi in cui è stato attuato un restauro conservativo, opportuno e ispirato. Nelle mattine più tiepide, consigliamo di consumare la colazione nel romantico dehors, tra mobili di ferro battuto e cieli romani e di approfittare delle bici a disposizione per gli ospiti per girare la città. Al tramonto, non perdete un drink sul roof-garden, con uno sguardo innamorato dei tetti di Roma.

Traveler’s Picks

Traveler’s Picks

by Andrew Totter

Nato a Colne, Lancashire, Inghilterra, nel 1972. Andrew ha studiato interior design al Queensland College of Art, Griffith University, Australia, poi ha lavorato per Alessi, Anouska Hemple Design, Yohji Yamamoto e Michiko Koshino a Londra, e infine per Persuade a Bilbao. Dopo essersi trasferito a Barcellona nel 2011, ha lanciato Openhouse…

Carlo e Camilla in Segheria

Carlo e Camilla in Segheria

Milan, Italy

Carlo e Camilla in Segheria è un luogo dove puoi sperimentare, nell’ordine, l’emozione della scoperta, la sensazione dello stupore e i sentimenti dell’allegrezza e della condivisione. Si entra da una porta bianco latte e si approda in un cortile che ospita quattro file di vecchie sedie da cinema e ampi tavoli di legno. Sulla sinistra, uno scorcio dei cuochi all’opera in cucina…

Load More
Back to site top