Italia

Mood Restaurant

Mood Restaurant

Marche, Italy

La fantasia è qui. In questo casottino che scruta l’Adriatico in disparte. Gli ingredienti arrivano dal mare e dall’orto per compiere piroette arzigogolate e armoniche tra le mani sapienti dello chef Massimo Garofoli. La canocchia diventa letto per cime di rapa e pinoli, l’hamburger una torre soffice che racchiude il mare, gli spaghetti fili di scampi dentro una scultura croccante. Stupore di occhi e palato, che vi farà finire il pasto con un sorriso.

Bagni Da Giovanni

Bagni Da Giovanni

Ancona, Italy

Lee Marshal capitò ai Bagni Da Giovanni per caso. Stava scrivendo un articolo sugli stabilimenti balneari di questo tratto di costa per la rivista inglese “The world of interiors”. Il suo incanto fu tale che non solo incluse il ristorante nell’articolo, ma decise di tornare poco dopo con la sua famiglia a trascorrere qui le vacanze. La signora Cori aveva da poco ristrutturato il Bagno ereditato dai suoi genitori mantenendo l’atmosfera autentica di una volta, la stessa che ancora oggi seduce gli ospiti. Le travi bianche e blu, la veranda ricoperta di glicine, edere e vecchie reti di pescatori, le foto di famiglia e pubblicità di gelati vintage che tappezzano le pareti. Le 39 cabine di legno, tutte numerate, disposte di fronte sembrano proteggere i tavoli e la cucina dagli umori del mare, come una fortezza. Ogni mattina la signora Cori stende le tagliatelle a mano in una stanzetta minuta che profuma di uova e semola. Per la sua “Padellata” (tagliatelle con ragout di frutti di mare servite in tavola dentro un’ampia pentola di alluminio) arrivano anche da molto lontano. La rivista è ancora oggi appoggiata sul tavolo al centro della sala. Al suo interno, nel pezzo che il giornalista britannico titoló “Coast Modernist”, si narra di questo incanto.

Levante

Levante

Liguria, Italy

Abbiamo tentato più volte di svoltare a destra e proseguire a Ponente, ma ancora ritorniamo a Levante, quello vicinissimo a Milano, uscita Recco, 100 minuti da Milano senza traffico. Camogli è la nostra Venezia di Liguria: fiabesca, sospesa, romantica. Una manciata di case alte, scatole di fiammiferi nei toni del magenta e del giallo, disposte a semicerchio sul mare verde-azzurro, strette le une vicine alle altre come giocatori di pallone a fare barriera al calcio di punizione…

Pavé

Pavé

Milan, Italy

Da questo autunno ne abbiamo letto continuamente, ma come sempre l’esperienza è unica, tutta personale e solo ora possiamo dirvi in cosa consiste. Pavé affaccia con due ampie vetrate su via Felice Casati, nel dedalo di parallele e perpendicolari di Viale Tunisia. Il lievito madre, tartufo degli ossessionati del “fatto secondo natura”, è il Re in questo regno dei prodotti da forno. Ed è forse per suo merito che la sfoglia è leggera come una nuvola, la girella uvetta e cannella (un sentore) è dolce quanto basta e faresti il bis senza sensi di colpa. L’occhio cade sugli ingredienti: farine integrali, mieli biologici, il barattolo da spremere di marmellata di albicocche home-made, le stecche Pavé di cioccolati (cosa deve essere il bianco e lamponi!). Ogni dettaglio è Meraviglia, perché l’ambiente è quello di una bakery moderna, quasi berlinese, ma non dimentica alcuni dettagli che ti riportano alle origini, semplici, contadine, italiane: le cassette di frutta di legno a mo’ di scaffali, il bancone mosaico di piastrelle di ceramica, il laboratorio a vista. E quando chi ti serve è chi ha pensato questo luogo e si rallegra ogni volta che gli dici che la brioche era un capolavoro, sei arrivato a casa. Alla riscoperta di ciò che è buono, sincero, spontaneo.

MILANO

MILANO

by Alla Carta

Fabiana, Valentina e Yara. Rispettivamente Fashion Director, Managing Editor e Creative Director di Alla Carta, una rivista patinata e colta, che niente ha da invidiare ai meravigliosi foodie magazine stranieri. Un inchino al cibo, come concetto e sostanza, e alla carta, come mezzo di comunicazione prediletto e nobile.

The Small

The Small

Milan, Italy

Da quando ci siamo stati la prima volta, qualcosa in noi è cambiato: orchestriamo continuamente piccoli tavoli più o meno informali per tornare. E Meraviglia è soprattutto voler tornare. The Small è una questione affettiva, oltre che culinaria. Vi serviranno Sashimi di carne argentina marinata con tartare di pomodori e menta fresca, Burrata DOP con caponata siciliana su pane di Altamura. Verseranno coppe colorate di vino rosso eccelso. Il caffè e la sua schiuma di latte perfetta arriveranno su un vassoio d’argento, in tazzine mignon di porcellana, capolavori, ognuna diversa, insieme speciali. Vi sentirete invitati di una Regina eccentrica e di gusto sublime. Non vi risponderanno al primo squillo di telefono, non riuscirete a ottenere il tavolo la prima volta che lo vorrete, non troverete la vetrina al primo passaggio sulla via: forse The Small, Alessandro e Giancarlo esistono solo in un nostro sogno.

MASSERIA CIMINO

MASSERIA CIMINO

Puglia, Italy

La Masseria Cimino fu costruita nel 1700 sui resti dell’antica città romana di Egnatia, in mezzo a una distesa di campi che toccavano il mare. Tra le sue mura, candide e forti, dormivano i braccianti, solo raramente anche i signori proprietari. Oggi, tra le stesse mura, oziano e si ristorano gli ospiti della guest-house, giunti fin qui in cerca di eleganza spartana, sapori corposi, ulivi magnifici.

Napoli

Napoli

by Paola Potena

Paola è direttrice della Galleria Lia Rumma, una delle più accreditate gallerie d’arte contemporanea.

Circolino del molo

Circolino del molo

Pesaro, Italy

Per raggiungerlo ci sono due possibilità, salire sul Parco del Monte San Bartolo e poi scendere lungo una discesa impervia, la Strada delle Rive del Faro, in un punto che solo pochi sanno. Oppure arrivare dal mare, partendo da uno dei porti vicini, e attraccando sul molo di legno alto e stretto. Qualsiasi sia la via, per quanto difficile, il posto vale l’impresa. Portate eccelse, servizio impeccabile e il rumore delle onde che arrivano a salutare, a pochi passi dai tavoli.

Briol

Briol

Val d'Isarco, Italy

Era circa il 1880 e la bisnonna di Johanna aveva sposato un commerciante di sete e porcellane molto facoltoso. Alla nascita di ogni figlio, anzichè un gioiello, si faceva regalare un pezzo di montagna. Noi vorremmo riascoltare ogni sera questa storia. Briol è parte di quel tesoro. È una fotografia seppiata. Imposte oliva, duvet bianchi su letti di legno, brocche e catini di porcellana, la sala dei giochi da tavolo. Torta di panna e ribes rossi.

Bad Schörgau

Bad Schörgau

Trentino-Alto Adige, Italy

La Val Sarentino è una valle poco battuta. Dicono sia colpa della rinomata ostilità dei suoi abitanti, storicamente poco aperti ai forestieri. Eppure, di ostile la famiglia Wenter ha ben poco. I Wenter hanno occhi dolci e spirito forte. Il loro hotel, ai bordi del bosco, è stato da poco arricchito con l’ampliamento della spa. Il Pino mugo, profumatissimo e rigenerante è la specialità della casa, lo troverete ovunque, dal sapone al risotto. Concedetevi un bagno nella tinozza, con acqua termale, ricca di sali minerali, erbe locali e miele. La cena al ristorante Gourmet è un’esperienza indimenticabile.

SEXTANTIO

SEXTANTIO

Basilicata, Italy

Incastonato nei Sassi di Matera, tra grotte e chiese rupestri, immerso in un’atmosfera da presepe, Sextantio è un resort diffuso suggestivo e unico. Per scoprire l’incanto di un’Italia minore, distante dai percorsi più battuti.

Milano

Milano

by Johnny Hermann

L’abbiamo scoperto per caso, dentro il suo piccolo laboratorio alla fine di un cortile di Corso San Gottardo. Abbiamo bussato e ci ha accolto con un sorriso. Barba lunga, abiti impolverati, entusiasmo da vendere. Il ritratto di un falegname moderno o di un designer d’altri tempi. Da poco si è trasferito in via Zuara, realizza oggetti d’arte e complementi d’arredo, prevalentemente pezzi unici e soluzioni decorative d’interni. Johnny Hermann è alter ego, Mauro Savoldi è il nome di battesimo.

La Piantata

La Piantata

Lazio, Italy

Casette sull’albero, che ammirano dall’alto distese di lavanda. Impossibile non tornare bambini.

Dopolavoro Bicocca

Dopolavoro Bicocca

Milan, Italy

Un angolo di museo. Muri petrolio e pareti di vetro. Le portate hanno nomi come “Il mare d’inverno” e “La gallina è un animale intelligente”. Dopolavoro Bicocca, degli stessi proprietari di Erba Brusca e Ratanà, è un bistrot dotato di stile e qualità, semplicemente. I “Sette Palazzi Celesti” di Anselm Kiefer sono alle sue spalle, in attesa di essere ammirati ancora una volta. Cosa volete di più per un sabato pigro in città?

Load More
Back to site top