Marocco

Perdersi nella Medina

Perdersi nella Medina

Marrakech, Morocco

Dicono di perdersi nella medina di Marrakesh. Ci hanno portato con un carretto per le valige, abbiamo suonato a un immenso portone di legno nero lucido e siamo spariti tra le stanze scure e fresche di un riad. Sono uscita subito, mi sono mossa svelta e attenta tra le vie piccole, dolcemente curve, un labirinto dove senti di conoscere la strada e giuri di ricordarla…

Elizir Restaurant

Elizir Restaurant

Essaouira, Morocco

Essaouira è una città surreale di gabbiani che urlano e sorvolano il porto e le bancarelle del pesce, circondate di piccoli gatti affamati. Essaouira sa di sardine e di vento dell’Atlantico. Quando arrivi senti che sei al mare. In Rue d’Agadir, al numero 1, nelle vie strette della medina, c’è una porta aperta e l’inizio di una scala antica con piastrelle a mosaico al pavimento e corrimano in legno, che sale fino al ristorante Elizir…

El Fenn, dove il tempo non conta

El Fenn, dove il tempo non conta

Marrakech, Morocco

“El fenn” significa “l’arte” e questo riad ne è intriso. È il luogo dove il tempo non conta. Entri dalle strade rosse di Marrakech, appena varcata una delle porte d’ingresso alla medina, entri e gli occhi non riescono ad abituarsi al buio delle prime stanze, ma ritorni subito nella luce ombreggiata del giardino centrale. Il patio è un quadrato profondo e alto, la vegetazione sale al cielo blu e ospita gli uccelli, che qui hanno trovato il paradiso. Le tartarughe passeggiano sul marmo e ti vengono a conoscere, picchiando la loro testina sul tuo piede. Qui si arriva e si ritorna, si passa costantemente, come fosse un salotto a cielo aperto dove ritrovarsi, prima di ripartire per un altro angolo di questa casa intima e magica…

Back to site top